UNO DEI SEGRETI PER OTTENERE UN BUON PANE È DATO DALLA DURATA DEL PROCESSO DI LIEVITAZIONE

pane2Il pane, per quanto composto sostanzialmente da pochi ingredienti quali acqua, lievito, farina e sale, non è così semplice da preparare, soprattutto se si vuole ottenere un prodotto buono, come quello creato dalle mani esperte di un panificatore. Realizzarlo a regola d’arte richiede tempo, manualità ed esperienza; d’altra parte ogni maestro di cucina ha i propri segreti per dare alle proprie creazioni un gusto unico e inimitabile. Molte persone poi non hanno il tempo di acquistare quotidianamente il pane fresco e sono costrette a ripiegare su prodotti confezionati, che risultano però di qualità nettamente inferiore e spesso non rendono un senso di sazietà, cosa che potrebbe rivelarsi controproducente per la propria dieta; una soluzione possibile è quella di conservare il prodotto fresco nel congelatore, per poi riscaldarlo il giorno dopo.
Ci sono diversi modi di preparare il pane, che vanno a determinarne qualità e caratteristiche, compresi l’aspetto, la digeribilità e la durata di conservazione. Le tecniche di base sono sostanzialmente tre: il procedimento più semplice è dato dall’unione degli ingredienti in un’unica fase. Un’altra possibilità è poi quella di aggiungere al composto un pezzo di pasta lievitata il giorno precedente. Infine c’è il modo più lungo e complesso, che si articola in due fasi: in un primo momento si miscelano acqua, lievito e farina, si lasciano riposare per un periodo di tempo che va dalle 4 alle 48 ore e infine si aggiungono gli altri ingredienti. In quest’ultimo caso è possibile avere un pane più saporito e digeribile, oltre che più facile da lavorare; anche la mollica è meglio strutturata e la conservazione sarà migliore.
Secondo alcuni dunque uno dei segreti per ottenere un buon pane è dato proprio dalla durata del processo di lievitazione, che mediante fermentazione, consente alla pasta di acquisire volume e consistenza oltre che sapore. Tra i metodi tradizionali troviamo poi la lievitazione cosiddetta ‘acida’, che avviene senza sale e prevede l’utilizzo del lievito madre al posto di quello di produzione industriale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...