Nasce il «Bollino Bianco» del pane artigianale

Il vero pane fresco e artigianale da oggi avrà il «Bollino bianco». In occasione della Festa nazionale del Pane fresco, la Federazione italiana panificatori ha presentato il nuovo sistema di autocertificazione.

La Federazione chiede da anni la denominazione di «Panificio» esclusivamente per chi produce e vende il pane nello stesso luogo e, come accade per il latte e la pasta, la denominazione di «Pane fresco» per il prodotto che non ha subito congelazione o altri metodi di conservazione.

Oggi infatti pochi consumatori sanno che le grandi catene di distribuzione organizzata vendono pane spesso surgelato, prodotto altrove – anche fuori dall’Ue – e solo cotto al momento.

Eppure le differenze sono sostanziali: se per il pane tradizionale occorrono acqua, farina e sale e la lievitazione di una notte, il pane industriale in particolar modo quello confezionato in cassetta arriva a contare fino a 40 ingredienti e tempi di preparazione molto ridotti. Il metodo maggiormente adottato richiede l’impiego di grandi quantità di lievito che sforna un pane pieno di aria e ricco di acqua con l’aggiunta di grassi e sale per compensare la mancanza di sapore. Senza contare che l’alcol, presente nel pan carrè in quantità limitate pur non avendo alcun effetto tossico, abbassa notevolmente l’indice di sazietà.

Acido ascorbico, biacetiltartarici, mono e digliceridi, lecitina di soia e sucresteri, sono emulsionanti ed esaltatori di sapidità aggiunti, oltre che per ritenere il gas dentro l’impasto e far lievitare maggiormente il pane, anche per garantire una più lunga resistenza all’invecchiamento.

Annunci

2 thoughts on “Nasce il «Bollino Bianco» del pane artigianale

  1. Salve io ho sempre comprato il pane ai cereali e soya del mulino bianco….e’ buonissimo oltre che veloce da comprare…..pero’ mi rendo conto che non e’ pane fresco,ma faccio un po’ fatica a trovare il pane che voglio io in panetteria( oltre che anche piu’ caro)…..sto cercando di mangiare solo pane fresco,pero’ volevo sapere se il pane fresco fa piu’ ingrassare di quello confezionato???grazie

    1. salve Anna, relativamente all’apporto calorico non c’è differenza tra pane fresco e pane confezionato, l’unica cosa che le consiglio di valutare attentamente è la presenza di “altri ingredienti” poco genuini tipo l’alcool etilico o conservanti vari che consentono una lunga durata anche fuori dal frigorifero. a presto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...